Eraclito. Colli 14 [A7],[A8]

La seguente processione che Giorgio Colli propone è certamente suggestiva -sebbene ordinaria- ma diversa, se non contraria a quella supposta da altri notevoli ed eminenti studiosi:

[A7] ει δε χρη τον πολεμον εοντα ξυνον kαι διkην εριν kαι γινομενα παντα kατα [εριν] τα χρεωμενα …
[A8] τωι ουν τξωι ονομα βιος εργον δε θανατος.
E se è necessario che la guerra sia concatenata, e la giustizia sia la contesa, e che tutte le cose sorgano secondo vaticinii …
Dell’arco, invero, il nome è vita, ma l’opera è morte.

Nell’Edizione di Marcovich, invece, questa sequenza non veniva seguita; così il frammento [A7] era il 28 nel Gruppo VII, mentre il frammento [A8] era il 39 nel Gruppo IX. Così la traduzione dell’A.:
Uno deve sapere
che guerra è comune
e lotta è giustizia
e che tutte le cose passano per lotta e necessità.
Il nome dell’arco è vita, ma la sua opera è morte.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: