Concessione della cittadinanza nell’antica Atene.

Certo con la concessione della più importante onorificenza, ossia il dono della cittadinanza in grande stile, Atene procedette con molta cuatela dal tempo di Clistene in poi, come del resto anche in altre città; e l’ammissione nella cittadinanza di tutti i Plateesi superstiti e degli schiavi che si erano comportati valorosamente nella battaglia delle Arginuse debbono essere stati gli unici casi di ammissione alla cittadinanza di grandi masse.
Dionigi di Alicarnasso ci fa osservare che in contrasto coi Romani, i quali si amalgamavano con intere popolazioni e moltiplicavano la loro cittadinanza con le colonie, l’abitudine degli Spartani, dei Tebani e di quelli che fra i Greci erano più di tutto orgogliosi della loro saggezza, ossia gli Ateniesi, non è affatto lodevole; poiché questi credevano di poter salvaguardare la loro nobiltà di sangue (ευγενες) col non accogliere altri cittadini, mentre da ciò non avevano alcuna utilità, anzi gravi danni: di ciò infatti era stato conseguenza il crollo della potenza spartana dopo la perdita di 1.700 uomini a Leutra, e il crollo di quella tebana e ateniese dopo la battaglia di Cheronea.
Anche per l’ammissione dei singoli si esigevano grandi cautele.
Il candidato doveva rendersi degno di questo onore col valore dimostrato nelle battaglie del demos.
L’ammissione era valevole solo se in una votazione segreta erano risultati più di 6.000 voti favorevoli; e poiché era già avvenuto che il demos fosse ingannato con discorsi, era possibile una contestazione giuridica del procedimento; infine i cittadini così accolti non potevano divenire arconti né assumere cariche sacerdotali.
Ma spesso sentiamo ripetere la lagnanza che frequentemente un qualsiasi straniero o uno schiavo venivano ammessi alla cittadinanza per ricompensa di qualche altro servizio, e dopo Cheronea mancò poco che tutti i meteci divenissero in massa cittadini ateniesi.

Da: Jacob Burckhardt, Storia della civiltà greca, pagg. 298-299.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: