Alef.

Poiché i fondamenti di ciascuna lingua sono le lettere e le vocali, è anzitutto necessario spiegare che cosa sia una lettera, e che cosa sia una vocale presso gli Ebrei. La lettera è il segno del movimento della bocca compiuto in quel luogo, da cui comincia ad essere udito il suono emesso dalla bocca. Per esempio א significa che il principio del suono si sente nella gola, per la sua stessa apertura; ב invece significa che il principio del suono si sente tra le labbra, a causa della loro apertura; נ alla fine della lingua, del palato, e così via. La vocale è un segno che indica un suono sicuro e determinato. Da ciò si comprende che presso gli Ebrei le vocali non sono lettere, e perciò presso gli Ebrei le vocali sono chiamate anima delle lettere, e le lettere senza vocali corpi senz’anima. Invero, affinché la differenza tra lettere e vocali sia compresa più chiaramente, la si può spiegare più comodamente mediante l’esempio del flauto regolato dalle dita perché suoni. E infatti il suono del flauto sono le vocali di quella musica, i fori invece tappati dalle dita sono le sue lettere.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: